Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

  • Villa Sant'Alfonso Apartments Costa di Amalfi

    Ospitalità in Villa di Charme Appartamenti in Costiera Amalfitana Scala Ravello Amalfi Riviera di Napoli Salerno Campania Italia

  • Hotel La Margherita Villa Giuseppina Costiera Amalfitana

    Ospitalità di Qualità Albergo 3 Stelle Piscina Ristorante Scala Costa d'Amalfi Salerno Riviera di Napoli Campania Italia

  • Villa Minuta

    Ospitalità di Charme in Residenza esclusiva Piscina e Giardini Villa per eventi e Matrimoni a Scala in Costiera Amalfitana Riviera...

  • Al Valico Relax

    Casa Vacanze, affittacamere, ospitalità di qualità, Tramonti in Costiera Amalfitana Salerno Campania Italia

  • Agriturismo Sant'Alfonso

    Ospitalità Agrituristica di Charme Camere e Colazione, Bed and Breakfast, Ristorante Furore Eventi Matrimoni Costa di Amalfi Salerno...

tu sei qui: Home Scala

I più visitati in Scala

  • Hotel La Margherita Villa Giuseppina Costiera Amalfitana

    Aperto tutto l'anno, l'albergo La Margherita Villa Giuseppina è il luogo ideale per trascorrere un soggiorno tranquillo e piacevole in Costiera Amalfitana. E' situato nel cuore di Scala, il comune più antico della Costa d'Amalfi, ed offre alla sua clientela...

  • Antica Porta Appartamenti Ravello

    Dal nome dell'antica porta di accesso alla città di Ravello, i cui resti sono ben visibili dalle finestre degli appartamenti, la casa vacanza Antica Porta è situata ad appena 50 metri dalla centralissima Piazza Vescovado, su cui si affaccia il maestoso...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Scala

Descrizione

Situato a circa 400 metri s.l.m., Scala è il paese più antico della Costiera Amalfitana. Sebbene non sia stato mai accertato storicamente, la tradizione vuole che il paese sia stato fondato nel IV secolo da alcuni Romani, naufragati nella zona mentre erano in viaggio verso Costantinopoli. Baluardo fortificato facente parte del complesso sistema difensivo del territorio amalfitano, seguì le sorti dell'antica Repubblica marinara di Amalfi. Fu sede vescovile dal 987 al 1818. Nel 1073, dopo un lungo assedio, fu incendiata da Roberto il Guiscardo; subì, poi, saccheggi e distruzioni ad opera dei Pisani, delle truppe di Ottone Brunswich (1210) e dei Siciliani dopo il famoso Vespro (1283). Diede i natali a Gerardo de Saxo, fondatore nell'XI secolo degli Ospedalieri, in seguito divenuto Sovrano Ordine Militare dei Cavalieri di Malta.
E' un paese dalla storia millenaria (all'apice del suo splendore economico contava ben 130 chiese), ricco di monumenti di gran pregio sia dal punto di vista artistico che storico, potendo, inoltre, vantare un patrimonio naturalistico fatto di immensi boschi di castagni, la lussureggiante vegetazione della Riserva Naturale Statale della Valle delle Ferriere, i terrazzamenti coltivati a limoni e pomodorini del piennolo.

Tra i siti di maggiore interesse, suggeriamo:
- la Cattedrale di San Lorenzo, il cui impianto originario, risalente al XII secolo, in stile romanico, ha subito rimaneggiamenti nel XVII-XVIII secolo, conservando, tuttavia, l'originale portale. L'interno, diviso in tre navate, è finemente decorato con stucchi e ed un soffitto dipinto con scene di vita del Santo (1748). Nella bella cripta in stile gotico è conservato il sarcofago in stucco colorato di Marinella Rufolo, fatta costruire nel 1332 dal marito Antonio Coppola, un gruppo ligneo del XIII secolo ed altre sculture antiche.
- il Monastero del Santissimo Redentore, oggi affidato all'Ordine delle Redentoriste fondato dalla venerabile suor Celeste Crostarosa dopo i suoi incontri con Sant'Alfonso Maria de' Liguori.
- la Cappella di Sant'Alfonso, in cui è conservata la piccola grotta dove Sant'Alfonso si ritirava in meditazione;
- Palazzo Mansi-D'Amelio, con facciata tardo-settecentesca;
- i ruderi della Chiesa di Sant'Eustachio, nella frazione di Minuta, di antiche origini e risalente al XII secolo;
- la Chiesa dell'Annunziata, nella frazione di Minuta, risalente al XII-XIII secolo. E' preceduto da un bel portico in cui si riuniva il parlamento della città;
- il Bagno Arabo, nella frazione di Minuta, poco distante dalle rovine della Chiesa di Sant'Eustachio, costituito da piccoli ambienti per le varie fasi del bagno freddo, tiepido e caldo.
- la Chiesa di Santa Caterina, nell'omonima frazione, al cui interno è conservata una statua lignea della Santa e due dipinti raffiguranti Santa Lucia e Sant'Agnello;
- i ruderi della Chiesa di San Cataldo, in località Campidoglio, con l'annesso ex monastero benedettino, oggi Istituto di arte e cultura danese, istituito da Carlo Wiindsteatd nel 1909;
- la Chiesa dell'Annunziata, in località Campidoglio;
- la Chiesa di San Giovanni dell'Acqua, risalente al XII secolo, con pregevoli resti marmorei ed un elegante campanile a tre piani;
- la Chiesa di San Pietro, nell'omonima frazione, appartenente alla nobile famiglia Trara e contenente ricordi della famiglia di fra' Gerardo Sasso. All'interno è conservata una bella statua di San Michele, donata nel 1358 da Paolo de Saxo, un bassorilievo di Santa Caterina (XIV secolo), una lapide sepolcrale del XIV secolo della famiglia Trara ed un polittico del Cinquecento.
- i resti del Palazzo de Saxo, nella frazione di San Pietro;
- i resti della Chiesa di Santa Maria della Neve, nella frazione di San Pietro;
- la Chiesa di San Giovanni Battista, nella frazione di Pontone, risalente al XII secolo con un bel campanile in stile moresco;
- la Chiesa di San Filippo Neri, nella frazione di Pontone, risalente al X secolo e rimaneggiata nei secoli successivi;
- la casa Vescovile, nella frazione di Pontone, la cui antica struttura medievale è ancora ben visibile, nonostante i crolli;
- la Chiesa della Madonna del Carmine, nella frazione di Pontone, raro esempio in Costa d'Amalfi di edificio religioso realizzato secondo i dettami della Controriforma;
- la Torre dello Ziro, nella frazione di Pontone, dalla forma cilindrica, situata sullo sperone del monte di Pontone tra Amalfi e Atrani, parte più avanzata della fortificazione dell'antico castello di Scalella.
- laRiserva Naturale Statale della Valle delle Ferriere, lungo il corso del torrente Canneto, in un'ampia valle tra i monti di Scala, al confine con Amalfi ed Agerola. Qui la vegetazione tropicale tipica delle Azzorre o dell'India si intreccia con la macchia mediterranea nostrana. Esemplari unici come la "Woodwardia radicans", una felce gigante e la "Pinguicola hirtiflora", una pianta carnivora dai fiori rosa, arricchiscono la riserva.
- la Grotta di Scala, lungo la Valle del torrente Dragone, caratterizzata da calcarei dolomitici scuri del Cretaceo inferiore e formatasi quando la penisola sorrentino-amalfitana era situata ad un'altimetria inferiore rispetto a quella attuale.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 1.283.432 volte.

Carrello Contatti

Clicca sull'icona del carrello per creare una lista di strutture da contattare.

eventi

news

  • Ravello Festival 2016

    31 maggio 2016

    PRESENTATA A ROMA LA 64ESIMA EDIZIONE DEL RAVELLO FESTIVAL SI PARTE IL 1°LUGLIO Sul podio direttori d'orchestra come Yuri Temirkanov,...

  • Due secoli di ospitalità!

    21 settembre 2012

    Con l'approsimarsi del duecentesimo anniversario della trasformazione del Convento Francescano, inaugurato nel XIII secolo da...

  • archivio news

Scegli la lingua

italiano

english