Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

italiano

Home/ La Costiera Amalfitana/Amalfi/Il Museo della Carta di Amalfi

Il Museo della Carta di Amalfi

Situato in un'antica cartiera medievale del XIV secolo, lungo la strada che conduce alla Valle delle Ferriere, il Museo della Carta di Amalfi è, senza dubbio, uno dei più originali della Costiera. Fu fondato nel 1969 da Nicola Milano, proprietario della cartiera ed appartenente ad una delle famiglie di cartari più illustri della città. Ospita i macchinari e le attrezzature impiegati nell'antica cartiera per realizzare della prestigiosa carta a mano. Le antiche tecnologie, restaurate e rese funzionanti, ricostruiscono l'intero ciclo di produzione della carta. Tra gli attrezzi secolari custoditi nel Museo è possibile ammirare gli antichi magli in legno azionati da una ruota idraulica, la pressa utilizzata per l'eliminazione dell'acqua in eccesso dai fogli, la macchina continua in piano e la macchina olandese. Il Museo offre la possibilità di assistere alla fabbricazione a mano di fogli in carta e al funzionamento degli antichi mulini ad acqua, attivati dalle acque del torrente Canneto. Nel Museo sono, inoltre, in esposizione manoscritti, incisioni, manifesti e locandine, e sono allestite un'esposizione di fotografie e stampe documentaristiche e una biblioteca a tema.

www.museodellacarta.it


(Per maggiori informazioni sulla storia della prestigiosa carta a mano di Amalfi, clicca qui)

Galleria Foto

Scegli la lingua

italiano

english