Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

italianoitaliano

Home/ La Costiera Amalfitana/Amalfi/Amalfi vista da Sigismondo Nastri

Amalfi vista da Sigismondo Nastri

P' 'E VICULE D'AMALFI

P' 'e vicule d'Amalfi
se 'mpizza e trase 'o sole
passanno 'a nu pertuso
'a na fenesta aperta

P' 'e vicule d'Amalfi
si saglie truove 'o cielo
si scinne arrive a mare

P' 'e vicule d'Amalfi
'a gente va e vene
chi porta 'a spesa a' casa
chi va cu 'e figlie a' scola
chi se ferma 'ncantato
chi parla cu ll'amice

P' 'e vicule d'Amalfi
nce stanno tante chiesie
sant'Anna piccerella
l'ata chiù grussarella
nce sta l'Addullurata
vicino 'a Chiesia Nova
ca è vecchia de mill'anne
e po' santa Lucia
e pure santo Jaco

P' 'e vicule d'Amalfi
saglienno chianu chianu
tu arrive a santu Biase
ca è quase 'mparaviso
arape ll'uocchie e guarda
d' 'o capo 'a Luna a 'o puorto
tutto 'sto munno è 'o tujo
'a chiazza cu 'a funtana
'e grade 'e sant'Andrea
cu l'atrio e cu 'o fruntone
lucente 'e sole e d'oro

e 'a campana ca sona
comm'a 'na voce 'e Dio.

Sigismondo Nastri*

*Sigismondo Nastri, giornalista, scrittore e professore, innamorato della Costiera Amalfitana ed attivo partecipante della vita culturale della Divina.

Galleria Foto

Scegli la lingua

italianoitaliano

englishenglish