Amalfi Coast

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Amalfi Coast

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

italianoitaliano

Home/

Villa Lara Amalfi, Lifestyle Luxuru Bed & Breakfast in Amalficoast

Susan Sarandon a Ravello

E' stato un vero e proprio "ritorno a casa" per l'attrice americana Susan Sarandon, che ha preferito "fare base" a Ravello in occasione della sua visita al Giffoni Film Festival, dove ha ricevuto il premio Truffaut alla carriera. La sessantaquattrenne interprete di origini italiane (la madre era ragusana), Premio Oscar per la pellicola "Dead Man Walking" (1996), ha soggiornato per una settimana in una splendida suite dell'Hotel Caruso in compagnia del nuovo giovane partner, il trentaduenne giocatore di ping pong Jonathan Bricklin.
La Sarandon, che a Ravello ha soggiornato più volte nei primi anni novanta, ospite dello scrittore Gore Vidal, il padrino di suo figlio, presso Villa Rondinaia, si è vista spesso per le vie del centro storico della ridente cittadina. Un volto tra molti, ma che non puoi non intercettare, scrutare. Appena giunta in paese ha fatto visita alla gioielleria dei VIP "Camo" per acquistare preziosi oggetti in corallo. Lunedì, poi, ha approfittato per salutare l'amico Gore Vidal, in questi giorni a Ravello per una visita di piacere, a cinque anni dalla vendita di Villa Rondinaia. E l'incontro li ha inevitabilmente riportati lì, in quel luogo che è rimasto eterno scrigno di ricordi.
Spinto dalla voglia di rivedere quella che è stata la sua Itaca per un trentennio, Vidal -frenato dalla sola malinconia- è stato accompagnato in carrozzina dal suo fiduciario.
Mentre la Sarandon -che avrebbe voluto acquistare la residenza ma che cinque anni fa non aveva la disponibilità economica- ha rimesso piede nelle camere dove, si dice, abbia concepito il suo secondogenito, il saggista ha preferito rimanere in giardino, con lo sguardo fisso verso quell'orizzonte che egli stesso definì "Il più bello al mondo", e che fu ispiratore di alcune tra le sue migliori opere.
Gli occhi coperti dai grossi occhiali scuri non hanno impedito di intuire il sentimento che in quel momento perseguitava il vecchio e provato Vidal, incapace di stare lontano da quell'ambiente, da quei profumi, da Ravello.
In serata Susan Sarandon e Gore Vidal hanno pranzato presso il ristorante "Sigilgaida" dell' hotel Rufolo, mentre il giorno successivo l'attrice ha goduto dell'incredibile spettacolo pirotecnico in occasione della festività di San Pantalone, dallo Sky bar lounge pool dell' hotel Giordano - Villa Maria, ospite di Giuseppe Palumbo.

Il Vescovado Ravello il giornale on line della Costa di Amalfi

Galleria Foto

Scegli la lingua

italianoitaliano

englishenglish